(FEED)BOOK - SELECTED!



ROME THE ACCIDENTAL CITY - URBAN TRANSCRIPTS 2011

exhibition opening - Tuesday, 13 December 2011, 18.30

Urban Center Roma XI
via Niccolò Odero, 13
0154 Roma

(feed)book






  Do it yourself ! Surpriseground

 Come dovrebbe essere lo spazio pubblico a nostra disposizione?
Proponiamo un progetto di interazione dove  le persone possono instaurare relazioni tra di loro, con gli oggetti e con l’ambiente circostante.
Osserviamo che i concetti di vicinanza e interazione sociale si sono in parte dissociati dalla forma fisica della città. In una piazza qualsiasi l’interazione tra le persone va al di fuori dei limiti in cui esse sono contenute. Questo provoca un certo estraniamento: le nostre piazze (alcune, non  tutte per fortuna) sono dotate di solo valore simbolico, sono accomunate da una gradevole vista di’insieme, ma rimangono poco esposte a modificazioni temporanee.

DO IT YOUR SELF! (istruzioni per abitare lo spazio pubblico):

>     Acuto e sano interesse nell’ordinarietà quotidiana;
>     Low budget : un numero adeguato, quanto serve,  di sedie  trasportabili;
>     Un oggetto (libro, giornale, mazzo di carte) ciascuno;
>     Vivere lo spazio con attività che si riflettono nella vita abituale.

Lo scopo: avviare una catena di azioni basate su un appropriazione spaziale della durata più conveniente.

Attenzione!
Il progetto di interazione non sarà mai esattamente identico in luoghi differenti: lo spazio delle relazioni si muove di piazza in piazza, è itinerante, dunque poco prevedibile.

Feedbook è un’azione FAI DA TE,  riproducibile, creative common con il preciso intento di sconvolgere le dinamiche ordinarie.

(feed)book: come

DER HIMMEL...ain't easy !

Il sottoscritto Andrea Dolci in qualità di rappresentante
del collettivo di Architetti Romani (feed) comunica che
in data 28/05 dalle 14,00 alle 19,00 avrà luogo un
flash mob sul tema "nuvoi usi dello spazio urbano" a Piazza del Popolo
All'iniziativa parteciperanno circa 50 persone che non
disturberanno le attività lavorative ed intralceranno il traffico.
Sono a conoscenza che il presente preavviso è accettato con riserva.

Roma  25/05/2011

                                                                                       

DER HIMMEL: perchè





 L’azione si concentra su una piccola porzione della vasta Piazza del Popolo: piccola perché non è la quantità di spazio a fare la differenza, ma l’intensità con cui pochi metri quadri vengono utilizzati.

DER HIMMEL:come

DER HIMMEL: tre immagini



quando il bambino era bambino, se ne andava a braccia appese.
voleva che il ruscello fosse un fiume, il fiume un torrente, e questa pozza il mare.
quando il bambino era bambino, non sapeva d’essere un bambino.
per lui tutto aveva un’anima, e tutte le anime erano tutt’uno.
quando il bambino era bambino, su niente aveva un’opinione.
non aveva abitudini. sedeva spesso a gambe incrociate, e di colpo sgusciava via.
aveva un vortice tra i capelli, e non faceva facce da fotografo.
quando il bambino era bambino, era l’epoca di queste domande: perché io sono io, e perché non sei tu? perché sono qui, e perché non sono li? quando é cominciato il tempo, e dove finisce lo spazio? la vita sotto il sole, é forse solo un sogno? non é solo l’apparenza di un mondo davanti a un mondo, quello che vedo, sento e odoro? c’é veramente il male? e gente veramente cattiva?
come può essere che io, che sono io, non c’ero prima di diventare?
e che un giorno io, che sono io, non sarò più quello che sono?
quando il bambino era bambino, per nutrirsi gli bastavano pane e mela, ed é ancora cosí.
quando il bambino era bambino, le bacche gli cadevano in mano, come solo le bacche sanno cadere. ed é ancora cosi.
le noci fresche gli raspavano la lingua, ed é ancora cosi.
a ogni monte, sentiva nostalgia di una montagna ancora più alta, e in ogni città, sentiva nostalgia di una città ancora più grande.
e questo, é ancora cosi.
sulla cima di un albero, prendeva le ciliegie tutto euforico, com’é ancora oggi.
aveva timore davanti ad ogni estraneo, e continua ad averne.
aspettava la prima neve, e continua ad aspettarla.
quando il bambino era bambino, lanciava contro l’albero un bastone, come fosse una lancia.
e ancora continua a vibrare.


(Lied Vom Kindsein — Peter Handke)

A COSA PENSI ?

video

uomini e topi


 Osservazioni a margine di un sopralluogo





  Domenica 20 febbraio 2011.
  Con Paolo e Saverio ci incontriamo per effettuare un sopralluogo sulla tangenziale. 
Andiamo alla ricerca di sfondi per poter realizzare una serie fotografica da portare ad un piccolo concorso fotografico.

Perchè (feed)


 L’architettura è nebbia…





  L’architettura è nebbia…
  Le azioni portano con loro altre azioni...

FERMATE!


 2(0)11


   
   
  Could you stop the noise? / keep on movin!


“..l’asfalto è uno di quei materiali che può essere modificato, per esempio con il colore: quando le persone vedono un colore brillante sono spesso piacevolmente sorprese e divertite... ”
Martha Schwartz

(che palle !)

(feed)





 Il (feed) web è un'unità di informazioni formattata secondo specifiche       stabilite precedentemente.
Ciò per rendere interoperabile ed interscambiabile il contenuto fra le diverse applicazioni o piattaforme.

Coming soon...

Maggio 2011...
DER HIMMEL!

Coming soon...


Febbraio 2011...
FERMATE!